AVVISO

questo è il vecchio sito, non è più aggiornato.

Il nuovo sito lo potrai trovare qui: Focolaccia.org

 

 

 

 

Anello Palla Bianca / Weisskugel (m 3736)

Data effettuazione gita: 
29/04/1990
Località di partenza: 
Melago (m 1912)
Difficoltà: 
OSA

Gitone di fine stagione 1990 in Vallunga (Alpi Venoste, BZ): traversata ad anello, con partenza e ritorno a Melago (m 1912) e 2 pernottamenti al Rifugio Pio XI / Weisskugelhutte (m 2557), e concatenamento Palla Bianca / Weisskugel (m 3736)  e Cima di Barba d'Orso / Barenbartkogel (m 3471).

Arrivati a Melago il giorno 28 aprile 1990, da lì saliamo subito al Rifugio Pio XI, costeggiando il Rio Carlino. Accantonamento presso il rifugio, gremito (bisogna fare i turni anche per sedersi sulle scale!); camerata decorosa (settimo russatori a parte). Colazione e partenza prima dell'alba per l'interminabile risalita della Vedretta di Vallunga con percorso ad arco di cerchio che ci porta sul versante Nord della Palla Bianca. Quassù, strano a dirsi, il territorio italiano viene per breve tratto a trovarsi a Nord di quello austriaco a causa di un'insenatura dello spartiacque.

L'impennata finale è severa e molti lasciano gli sci a metà strada o ripiegano direttamente; assieme a Marco Del Debbio e Marco Nigro inanelliamo imperterriti le nostre voltoline fino alle rocce sommitali.

Una spendida discesa ripaga ampiemente i nostri sforzi! Ai piedi della Bocchetta di Vallunga ci riuniamo col resto dei focolaccini e proseguiamo tutti la discesa sul ghiacciaio ora con pendenze meno sostenute, cercardo di trovare i punti dove la neve sia restata all'ombra più a lungo e si conservi perciò farinosa.

Per tornare al rifugio occorre risalire un'ottantina di metri (tanto s'è assottigliato il ghiacciaio nell'ultimo secolo) a fianco di un affioramento di detriti morenici instabili: mentre i più si defilano scalettando di lato,, Neno si ferma sotto l'ammasso per ripellare, quando un macigno cade rimbalzando verso di lui che cerca invano di scansrsi, finché inciampa nella neve e il masso lo sorvola di stretta misura...

Un po' scioccati risaliamo tutti ammutoliti fino al rifugio, dove restiamo in attesa del nostro turno di cena.

L'indomani riattraversiamo la Vedretta di Vallunga per imboccare la Vedretta di Barbadorso che vi confluisce in sinistra idrografica; verso quota 3400 scavalchiamo la spalla glaciale della Ganglschneide toccando la cima centrale e, quindi, la Cima Barba d'Orso di Fuori (Ausserer-Barenbartkogel, m  3471).

Direttamente da quest'ultima caliamo sulla Vedretta della Fontana (Freibrunnerferner), attraverso spettacolari seraccate e schuss da super-G; arrivati al bosco costeggiamo la riva sinistra del Rio della Fontana (Freibrunnbach) fino a Melago, destreggiandoci tra pollai ed ovili.

Profilo percorso: 
No Altitude
Statistiche
Distanza totale percorsa: 
0.00Km
Distanza percorsa in salita: 
0.00Km
Distanza percorsa in pari: 
0.00Km
Distanza percorsa in discesa: 
0.00Km
Dislivello in salita: 
0m
Dislivello in discesa: 
0m
Quota di partenza: 
1912m
Quota di arrivo: 
1912m
Quota minima raggiunta: 
1912m
Quota massima raggiunta: 
3736m